WEO - Nel 2035 il mondo consumerà un terzo di energia in più

Le fonti fossili saranno ancora protagoniste dello sviluppo energetico, mentre l'efficienza energetica potrebbe dimezzare la crescita del fabbisogno energetico mondiale. Nel settore elettrico le fonti rinnovabili svolgeranno un ruolo costantemente in crescita, arrivando a coprire nel 2035 circa il 30% della produzione mondiale di elettricità. E’ quanto emerge dal  rapporto 'World energy outlook 2012' dell’Agenzia internazionale per l'energia- Aie, predisposta annualmente per offrire una valutazione dei trend energetici mondiali, analizzandone gli impatti sulla sicurezza energetica, sostenibilita' ambientale e sviluppo economico, presentato a Roma a metà dicembre. L'edizione 2012 del Weo focalizza in particolare l'attenzione sulle tematiche relative all'efficienza energetica, al legame tra energia ed acqua e ai progressi compiuti per garantire l'accesso universale all'energia. Secondo lo scenario centrale riportato dal rapporto la domanda mondiale di energia e' destinata ad aumentare di oltre un terzo da oggi al 2035, con Cina, India e Medio Oriente che assorbono il 60% della crescita. Nell'area Ocse i consumi di energia aumentano di poco con un  pronunciato spostamento, però, dal petrolio e dal carbone, anche dal nucleare in alcuni Paesi, al gas naturale e alle fonti rinnovabili. In ogni caso i combustibili fossili sono destinati a rimanere dominanti nel mix energetico mondiale, onostante la crescita delle fonti di energia a basso contenuto di carbonio. Pertanto, pure prendendo in considerazione tutti i nuovi sviluppi e le nuove politicheIl quadro energetico mondiale evolve e registra consumi ion forte crescita ma non secondo un percorso di maggior sostenibilità. In ogni caso, la rapida espansione della generazione  elettrica da eolico e solare ha consolidato e sta consolidando  il ruolo dell’energia verde come fonte indispensabile nel mix energetico mondiale tanto che, come detto,  nel 2035 le energie rinnovabili conteranno per quasi un terzo della produzione mondiale di elettricita'. In particolare il solare è il settore destinato a crescere piu' rapidamente di qualsiasi altra tecnologia rinnovabile. Già nel 2015 le rinnovabili diventeranno la seconda fonte principale utilizzata nella generazione elettrica mondiale, mentre nel 2035 si avvicineranno al carbone come prima fonte di elettricita' su scala globale. Il Weo ritiene che il rapido aumento delle fonti rinnovabili sia sostenuto in parte dalla riduzione dei costi delle relative tecnologie, ma principalmente dalla continuita' degli incentivi di sostegno che a livello mondiale che potranno triplicare, passando dagli 88 miliardi di dollari del 2011 ai 240 miliardi nel 2035. Ma continuerà a crescere anche la domanda di petrolio, spinta dal forte aumento dei consumi delle economie emergenti, proveniente principalmente dal settore dei trasporti di Cina, India e Medio Oriente, scarsamente compensata dal minore consumo dell'area Ocse, determinando un continuo aumento dell'uso di olio. Secondo il rapporto la domanda petrolifera aumentera' da 87,4 mb/g nel 2011 a 99,7 mb/g nel 2035 con un incremento del prezzo medio dell'import del greggio nei paesi membri dell'Aie da 125 a oltre 215 dollari al barile in termini nominali. Nel prossimo decennio il Weo stima che  la produzione petrolifera dei paesi non Opec aumentera' mentre, a livello globale, il maggiore contributo alla crescita dell'offerta petrolifera mondiale arrivera' dall'Iraq. (P.A.)

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito