Avvocati e ingegneri insieme per la mediazione finalizzata alla conciliazione

L’Ordine degli Avvocati e l’Ordine degli Ingegneri di Milano hanno firmato una convenzione per un servizio congiunto di mediazione, in attuazione del D. Lgs. 28/2010, operativo dal prossimo 21 marzo. Il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Paolo Giuggioli, e il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano, Stefano Calzolari, hanno sottoscritto il 16 febbraio scorso la Convenzione che impegnerà i Consigli dell’Ordine di cui essi sono rappresentanti ad attivare e gestire un servizio di conciliazione rivolto specificamente alle controversie aventi contenuti tecnici, in applicazione delle disposizioni del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28 in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali.

L’obiettivo comune è mettere a disposizione di cittadini, imprese e professionisti iscritti ai rispettivi albi uno strumento di definizione delle controversie che sia efficiente, rapido ed economicamente vantaggioso. Attraverso la sottoscrizione della Convenzione, il servizio offerto dall’Organismo di Conciliazione Forense di Milano, istituito su impulso dell’Ordine degli Avvocati di Milano, sarà ulteriormente qualificato con la presenza, nella veste di mediatori, co-mediatori e consulenti tecnici, di ingegneri esperti che si affiancheranno agli avvocati che già svolgono tali funzioni per l’Organismo. “Quella cui si sta dando il via con questo accordo – ha affermato il Presidente Giuggioli – è una collaborazione che mira a dare forma e sostanza, sia dal punto di vista organizzativo, sia da quello delle competenze tecniche necessarie, al dettato normativo del decreto legislativo 28/2010.

Perciò, come Consiglio dell’Ordine, abbiamo ritenuto utile aprire vari canali di confronto e dialogo con altre realtà professionali e non solo, nella convinzione che il foro milanese e l’avvocatura italiana in generale possano offrire la professionalità e l’esperienza indispensabili nel campo della conciliazione. L’impegno che con questa Convenzione vogliamo condividere con gli amici ingegneri milanesi – sottolinea ancora il Presidente Giuggioli – è , dunque, quello di mettere a disposizione dei soggetti professionali e dei cittadini un agile strumento di risoluzione delle controversie, attraverso il quale valorizzare il confronto, il dialogo e la ricerca celere ed economicamente vantaggiosa di soluzioni che siano reciprocamente soddisfacenti per le parti in conflitto”.

Il Presidente Calzolari ha dichiarato: “Il momento di questa firma è importante. Sancisce una preziosa collaborazione tra i nostri Ordini professionali ma principalmente rappresenta una possibilità concreta per essere utile alla collettività. Anzi questo obiettivo – l´utilità sociale – dovrebbe guidare l´attività di un ordine professionale. Questa convenzione dimostra il fatto di voler essere collegati con il mondo vivo che ci circonda, dando un contributo da istituzione privi, cioè, di condizionamenti di sorta”. “Sono felice e onorato – ha aggiunto il Presidente Calzolari – di avere al nostro fianco l´Ordine degli Avvocati di Milano come partner significativo di una operazione destinata a dare un contributo nella semplificazione del lavoro della Giustizia, ma al contempo per le persone che non conoscono l´istituto della conciliazione ma che ne potrebbero trarre enormi vantaggi. Auspico che questo sia solo l´inizio di una collaborazione fattiva e importante”.

Riferimenti utili:

Ordine Ingegneri: Ufficio Comunicazione, Luca Montani 3387644041 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ordine Avvocati: Enrico Benzoni 02 549292 26 o 33 finali; 3454712785 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito