Un importante riconoscimento al professor Giulio Maier

Sandra Banfi

La European Academy of Sciences (Liegi, Belgio), nell’ambito di una cerimonia che si è tenuta a novembre nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano per il conferimento di medaglie al merito scientifico in diversi campi, ha conferito al professor Giulio Maier la medaglia per l’ingegneria. Di seguito pubblichiamo, tradotta dall’inglese, la motivazione originaria. “La Medaglia Biagio Pascal per l´Ingegneria viene conferita a Giulio Maier per i suoi eccellenti risultati di ricerca nel campo della Meccanica e dell´Ingegneria Strutturale e per le sue produttive attività in tale campo. I suoi principali e più originali contributi scientifici concernono varie e diverse problematiche: meccanica delle strutture elastoplastiche (teoria dell´adattamento o "shakedown"; proprietà estremali di soluzioni; ottimizzazione nel progetto strutturale; "non-associatività" nello sviluppo delle deformazioni plastiche); metodo simmetrico agli elementi di contorno; meccanica della frattura quasi-fragile; metodi computazionali e sperimentali "non-distruttivi" per diagnosi strutturali e per l´identificazione di parametri nei modelli costitutivi di materiali; meccanica dei compositi; problemi di ingegneria strutturale concernenti tensostrutture, oleodotti e gasdotti, dighe in calcestruzzo.

Giulio Maier è stato co-optato come Socio da varie Accademie Nazionali (tra queste: in Italia da Accademia dei Lincei e Accademia dei XL, Roma; negli Stati Uniti dalla National Academy of Engineering; in Russia; in Polonia; in Ungheria; in Portogallo; in Sudafrica) e ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti, tra i quali: Premio Feltrinelli dell´Accademia dei Lincei, la Koiter Medal dalla American Society of Mechanical Engineers (ASME), la Ritz-Galerkin Medal dalla European Community on Computational Methods in Applied Sciences (ECCOMAS), tre Dottorati Honoris Causa. Giulio Maier è molto apprezzato nella comunità dell´ingegneria per la sua particolare capacità di trattare problemi ingegneristici mediante metodi scientifici avanzati e innovativi.”

La Direzione e la Redazione del Giornale dell’Ingegnere porgono al professor Maier le più vive congratulazioni.

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito