02 - 2014 | Linea diretta con gli Ordini
PDF Stampa E-mail

Piergiorgio Borgonovo è stato confermato alla guida dei colleghi di Monza e Brianza

“L’obiettivo: l’Ordine deve diventare la casa di tutti gli ingegneri della Brianza”

“Vogliamo essere il punto di riferimento di tutti gli ingegneri della Brianza”. E’ questo l’obiettivo che si pone Piergiorgio Borgonovo, appena rieletto alla guida dell’Ordine di Monza e Brianza, carica che detiene dal 2006. Classe ‘43, l’ingegner Borgonovo dirige una struttura che può contare su oltre 2.200 iscritti. “Il nostro territorio – spiega il presidente monzese – ha un’alta densità di ingegneri, ve ne sono all’incirca 4 mila. Molti di loro svolgono attività diverse, dall’insegnamento all’imprenditoria, dalla finanza all’economia, e quindi non sentono la necessità di iscriversi all’Ordine, sono convinti si tratti di una pratica inutile. L’obiettivo deve essere cambiare completamente questo modo di pensare, dimostrando che l’Ordine è la casa di tutti gli ingegneri, a prescindere dal loro ambito professionale”. Il compito è arduo ma non impossibile e per riuscire nell’intento è necessario dar vita ad una opportuna campagna di comunicazione in grado di rivalutare l’immagine dell’ingegnere: “E’ fondamentale che l’opinione pubblica venga aggiornata con maggior puntualità in merito alle attività e al ruolo sociale, economico e politico che l’ingegneria svolge nell’interesse del Paese. Solo quando avremo definitivamente conquistato la fiducia della comunità potremo sederci con autorevolezza ai tavoli decisionali e dire la nostra; si tratta di un lavoro da svolgere a livello nazionale, con gli strumenti a disposizione del Consiglio Nazionale degli Ingegneri e dell’Assemblea dei Presidenti, ma anche in ambito regionale e locale”. A tal proposito l’Ordine di Monza ha intenzione di ampliare ulteriormente le potenzialità del sito web ampliandone le funzioni, migliorandolo sia da un punto di vista qualitativo che operativo, snellendone l’accesso e le procedure. “Deve diventare uno strumento di facile consultazione – specifica Borgonovo – e di comodo uso da parte degli iscritti che, per le pratiche correnti, dovranno avere a disposizione una serie di servizi senza più recarsi presso la sede”. Già, la sede dell’Ordine di Monza, altro nodo focale per il presidente Borgonovo: i locali, proprio in centro città, andranno adeguati alle nuove esigenze, prevedendo una serie di locali appositi dove tenere corsi e seminari per piccoli gruppi.
Ma non finisce qui: all’ordine del giorno vi è la formazione obbligatoria. Il presidente monzese afferma: “Siamo impegnati a tradurre in concrete realizzazioni gli obiettivi individuati dalla Riforma delle professioni, a cominciare dall’assicurare agli iscritti, la formazione continua obbligatoria, in tempi brevi, con costi contenuti e servizi adeguati per il recupero dei crediti formativi professionali CFP. E’ questo un obiettivo sul quale stiamo lavorando con grande impegno”.

R.D.S.

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito