06 - 2013 | In ricordo di Luigi Guagliumi
PDF Stampa E-mail

Luigi Guagliumi, ad un secolo dalla nascita, in ricordo delle sue opere

Biografia redatta a cura dei figli arch. Silvia e dott. Luca Giulio Guagliumi

Nato a Milano nel 1913, si laurea nel 1937 (diverrà Professore stabilizzato nel 1975/76 in Disegno e Tecnica Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria ed in Elementi Costruttivi presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano). Incaricato dal Comune di Verona dello studio del piano regolatore generale, interrompe tale attività per assolvere gli obblighi di leva nella Regia Aeronautica Militare fino al 1939.

Foto Guagliumi 5 Guagliumi Icn.Giorn.Ing.007
Plastico del progetto di ampliamento dell'Ospedale S. Orsola dei Fatebenefratelli (Brescia) anni '80

Negli anni 1939/40 costituisce la Nuova Divisione Urbanistica del Comune di Milano per il Piano Regolatore Generale. Richiamato in servizio in Aeronautica Militare per lo scoppio della Il Guerra Mondiale, partecipa alle operazioni belliche con il grado di Tenente del Genio Aeronautico, apprestando gli aeroporti avanzati in Sicilia (Comiso, Sciacca etc )ed è poi trasferito direttamente in prima linea sui teatri operativi nel corso della campagna d'Africa Settentrionale fino alla estrema resistenza di Capo Bon in Tunisia, dove viene fatto prigioniero nel Maggio 1943 prima dagli Inglesi dell'8° Armata e poi preso in carico dagli Americani. Rientra in patria dopo tre anni di prigionia trascorsi negli Stati Uniti d'America nel 1946, ricevendo dall'lSU di Washington il giudizio di merito di "very eccellent" per la sua adesione ai programmi di cooperazione per assicurare i rifornimenti logistici dei reparti al fronte nel quadro dello sforzo bellico degli Alleati, venendo poi congedato dall'Aeronautica Militare Italiana, inserito nel ruolo d'onore. Redattore del Giornale dell'Ingegnere, iscritto al Collegio degli Ingegneri dal 27/08/1946. Nel 1947 è assunto a concorso presso la Provincia di Milano come Ingegnere di Sezione,dovendo in seguito rinunciare all'incarico per intervenuta incompatibilità con l'insegnamento universitario presso il prestigioso Ateneo del Politecnico di Milano, al quale si dedicherà ininterrottamente ed esclusivamente fino al pensionamento per raggiunti limiti di età nel 1983.

Foto Guagliumi 2

Progetto delle infrastrutture aeroportuali presentato al concorso per l'aeroporto Internazionale Ezeiza di Buenos Aires e classificato al 1° posto f.g.

Medaglia d'argento per i 35 anni di servizio di insegnamento svolto al Politecnico di Milano come Libero Docente presso le Facoltà di Ingegneria ed Architettura. Insignito dell'ambito riconoscimento e prestigiosa onorificenza istituzionale dell'Ambrogino d'Oro conferito dal Comune di Milano. Molti i Concorsi a cui ha preso parte durante la lunga carriera professionale e tra questi certamente da menzionare il 1° premio Cisav conseguito per la realizzazione del Quartiere Saint Gobain presso Pisa ed il 1° premio fuori gara per la realizzazione degli impianti aeroportuali dell'Aeroporto Internazionale Ezeiza di Buenos Aires e ancora il concorso per la realizzazione della Colonia elioterapica "Sideropoli" della Italsider di Cornigliano (GE). Tra i progetti da ricordare quello per la realizzazione della zona balneare dell'Idroscalo di Milano Linate ed il riordino delle aree limitrofe oltre a quelli per la realizzazione degli Aeroporti di Milano e della Regione Lombardia ed in particolare dell'Aeroporto di Orio al Serio (Bergamo) identificato come scalo ideale per le favorevoli condizioni climatiche.
Da segnalare la superstrada del Garda (coinvolgente i Comuni dell'area Bresciana), la costruzione di un Albergo ad Hamman, capitale della Giordania (in collaborazione); lo Stadio di Arenzano(GE), nell'ambito del Piano Regolatore della stessa area. E ancora il progetto per la costruzione del traforo autoferroviario di base dello Spluga (Consorzio Italo-Svizzero) in collaborazione con il Prof. lng. Matteo Maternini, rimasto poi allo stadio progettuale.

Foto Guagliumi 3

Esempio di edificio di edilizia residenziale e commerciale via Vittoria Colonna, Milano (Disegno del progettista)

Numerosi i Piani Regolatori, tra i quali da citare quello di Verona, in collaborazione con l'Ufficio Tecnico del Comune, il Piano Regolatore della città di Milano, in collaborazione con l'Ufficio Tecnico Comunale, iI Piano Regolatore di Brescia (in collaborazione) e ancora quelli per molti Comuni della stessa area oltre al Piano Turistico per la Costa Verde in Sardegna (poi non realizzato) ed il Piano territoriale turistico della Maddalena (Brescia). Tra le opere, i progetti e le realizzazioni più importanti in ordine cronologico sono da ricordare la Casa dei Giornalisti, edificio residenziale sorto in prossimità di Piazza della Repubblica lungo la direttrice verso la Stazione Centrale di Milano, nell'ambito dei piani di ricostruzione previsti nel primo dopoguerra, realizzato nel 1949 e decorato nel suo atrio di ingresso da un magnifico manufatto, uno splendido mosaico opera dell'artista sardo, iI Maestro Aligi Sassu, su specifico invito del progettista ed in nome della amicizia fraterna. Altresì da menzionare le sedi commerciali della Industria Farmaceutica Hoescht di Francoforte e della Aesculapius-Kaloderma a Milano; la Casa del Popolo di Airuno (Como) e diverse Cooperative di edilizia residenziale sempre a Milano, oltre a ville in località della Lombardia (Villa Fontana di Veduggio, Villa Bertoni sul Lago di Garda a Gardone Riviera), la costruzione di un asilo e luogo di culto (a titolo gratuito) e interventi di restauro di edifici collettivi (asili) e religiosi (Chiese);la Casa del Popolo di Via Saffi a Brescia, la costruzione di una Centrale idroelettrica. Progettista e Direttore dei lavori (responsabile unico) per la realizzazione dell'ampliamento dell'Ospedale Sant'Orsola dei Fatebenefratelli di Brescia, decisamente da considerare struttura all'avanguardia nel suo genere per le soluzioni tecniche adottate, in particolare nella predisposizione, organizzazione e dotazioni predisposte nelle sale operatorie  (importante complesso completato negli anni '80).

Foto Guagliumi 4

Sede commerciale della Industria farmaceutica Hoescht, 1964

Socio cofondatore con il Prof.R.Gualtierotti (ordinario della Cattedra di Idrologia e Bioclimatologia, Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia) del Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica presso l'Istituto di Farmacologia di Via Vanvitelli della Università degli Studi di Milano (anni '70). ln questo campo di applicazione è stato autore di importanti studi inerenti la Bioclimatologia applicata all'lngegneria, di testi e pubblicazioni e pioniere appassionato delle tematiche ambientali, precursore attento delle analisi delle problematiche relative all'inquinamento delle aree urbane ed in generale legate all'eccessivo e disordinato inurbamento intensivo.

Autore di numerosi manuali e libri di testo per i Corsi di Laurea alle Facoltà di Ingegneria ed Architettura del Politecnico di Milano, Disegno e Tecnica Urbanistica ed Elementi Costruttivi. Da ricordare tra questi in particolare: Rilievo, Disegno, Restauro e Trasporto di un monumento (Cascina Pozzobonelli di Milano) Ed.Tamburini, Milano,1958; Disegno Generale - Ed.Tamburini, Milano,1966; Disegno - Scienza della Visualizzazione. Edizioni della Libreria dello Studente, Milano, 1976. Ha tenuto conferenze e redatto articoli su Raffaello Sanzio architetto; il lavoro degli Italiani in Africa; sulla Civiltà Meroitica in Nubia, Alto Egitto odierno Sudan, riferendo delle tecniche di trasporto degli antichi monumenti del faraone Ramses " ad Abu Simbel (applicando in sostanza una metodologia già messa a punto per la Cascina di Villa Pozzobonelli, debitamente aggiornata) e rivolgendo una particolare attenzione alla promozione e salvaguardia di aree verdi in città, parchi e giardini (a questo proposito producendo una interessante pubblicazione certamente anticipatrice e precorritrice nei confronti del sensibile tema relativo all'ambiente urbano dal punto di vista delle aree “verdi” fruibili da parte dei cittadini delle grandi metropoli).

Nell'ambito della pluriennale collaborazione con il Giornale dell'lngegnere (di cui è stato tra l'altro Redattore per molti anni) da menzionare numerosi interessanti articoli a sua firma dedicati al ricordo di interventi di restauro per esempio della Cà Granda di Milano con un deferente omaggio all'Arch. Liliana Grassi in occasione della sua scomparsa nel 1985 e sulla Villa Reale di Monza; dell'opera degli Italiani come ingegneri militari nella costruzione di importanti complessi e strutture difensive nel Mediterraneo (Rodi, Malta etc.);della realizzazione di sofisticati e pionieristici mezzi aerei (come il primo volo del velivolo a reazione italiano Campini-Caproni) e ancora relativamente alla progettazione, sviluppo e impiego dello straordinario Concorde anglo-francese e dei suoi diretti concorrenti statunitensi e russi. Da non trascurare infine una ricca produzione di disegni, dipinti ad acquarello (sua grande passione) e a tema prevalentemente architettonico e paesaggistico, in parte eseguiti nel corso dei suoi viaggi di esplorazione e valorizzazione del patrimonio artistico nazionale e straniero, e all'estero in particolare in Africa: Etiopia (Axum, Addis Abeba, Asmara, Gondar, Lalibela),Tunisia (Carthago Nova), Sudan (Meroe e Napata con le loro piramidi), Libia (Cirene, Leptis Magna, Sabratha) e ancora Egitto (Alessandria, Giza), Grecia (Creta, Rodi). Uomo dal poliedrico ingegno e multiformi interessi, vissuto sempre all'insegna della sobrietà, dotato di grande capacità professionale, in particolare nel trasmettere ai suoi allievi la passione per le materie di insegnamento nel pluriennale impegno didattico come docente universitario.

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito