4 - 2013 | In ricordo di Lagrange
PDF Stampa E-mail

A duecento anni dalla morte di Lagrange

dott. ing. Giorgio Castaldi

Ci sembra doveroso ricordare, nel duecentesimo della sua morte, un grande scienziato italiano, Joshep-Louis Lagrange. Il nome declinato alla francese è dell’italianissimo Giuseppe Luigi Lagrangia, (Torino, 25 Gennaio 1736 – Parigi, 10 Aprile 1813), sommo matematico e studioso di Astronomia e Meccanica Celeste. Studiò all’Università di Torino, a 19 anni fu nominato professore di matematiche alla Reale Scuola di Artiglieria di Torino. Nel 1786, chiamato da Luigi XVI Re di Francia, si trasferì a Parigi, divenendo membro dell’Académie des Sciences. A Parigi nel 1788 pubblicò la sua opera più importante “Mécanique Analytique” ponendo le fondamenta della moderna Meccanica Razionale. Negli anni del Terrore, evitando accuratamente ogni presa di posizione politica e grazie alla sua autorevolezza, scampò alla ghigliottina, al contrario di altri eminenti scienziati francesi quali ad esempio Lavoisier, il “padre” fondatore della chimica moderna.image001

Leggi l'articolo completo in formato PDF

 

http://www.giornaleingegnere.it/index.php/raccolta-documenti/category/4-vari?download=22%3Aa-duecento-anni-dalla-morte-di-lagrange

 

Usiamo i cookies per darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità sul nostro sito. Continuando a navigare in questo sito, concordi con la nostra politica sui cookies. Scopri di più sui cookies nella nostra pagina dedicata alla Politica sui Cookies.

Accetto e proseguo la navigazione del sito